Android: oggi sarà presentato il rivale di iPhone 3G

di Michele Baratelli 11

È finalmente arrivato il giorno della presentazione di Android, il primo Google-Phone creato in collaborazione con T-Mobile e HTC: dopo mesi di speculazioni e di avvistamenti è stata indetta una conferenza stampa di presentazione a New York per le 16.30 italiane. I fortunati invitati, che hanno ricevuto “il pass“, hanno trovato scritto sul biglietto “experience the first Android-powered phone“: non ci sono quindi dubbi che oggi il velo di mistero che aleggia da mesi sul telefono di Google sarà tolto. Successo o flop? Gli analisti mondiali cercano di capire quanto possa avere successo il telefono della “grande G” e se sia davvero un concorrente degno per iPhone.

Google pronta a invadere anche il mondo della telefonia cellulare? Certamente si. Il mondo è pronto ad accogliere Google come leader anche nella telefonia cellulare? Certamente… “ni“. È proprio questo il punto dibattuto dagli analisti mondiali: da una parte c’è chi sostiene che il Google-Phone avrà un successo e una penetrazione nel mercato ancora maggiore di quella di iPhone; dall’altra parte c’è invece chi sostiene che sarà un flop senza precedenti.

Per quanto ci è stato possibile vedere fino ad ora, Android sembra un buon prodotto: il dipartimento software di Google e il dipartimento hardware di HTC devono sicuramente aver dato vita a un ottimo prodotto sotto tutti i possibili punti di vista. Se Android permetterà di utilizzare tutti i servizi che Google fornisce gratuitamente sul web (dalla mail alla videoscrittura) e questo utiilizo risulterà davvero fruibile, il Google-Phone potrebbe “ammazzare il mercato” come già ha fatto iPhone ai suoi tempi. Al momento, l’unica possibilità di capire qualcosa in più su Android è questo video disponibile su YouTube.

Android sarà venduto sul mercato americano a 199 Dollari: non spaventatevi di un prezzo così basso. T-Mobile, infatti, lo renderà disponibile previa firma di un contratto biennale: i costi non sono tutt’ora noti, ma, è lecito pensare che siano in linea con quelli di iPhone 3G, magari un pochino più aggressivi, per cercare di guadagnare importanti fette di mercato.

Similmente a App Store, Google sembra aver creato il “Google Market“: negozio virtuali in cui i possessori di Android potranno rifornirsi di applicazioni dedicate come avviene per i possessori di iPhone con App Store. Non tutti gli sviluppatori di App Store sembrano anche solo interessati alla piattaforma Android: c’è davvero molto scetticismo a riguardo e non credono possa essere capillarmente distribuito.

Dunque Android non toglierà il trono a iPhone? Questo è tutto da vedere e sicuramente una sana concorrenza tra sistemi “alla pari” (“pari” intesa come forza rivoluzionaria verso un mercato della telefonia che fino all’arrivo di iPhone sembrava essere destinato alla produzione infinita di cloni di precedenti modelli) potrà sicuramente giovare alla salute di iPhone 3G e all’insonnia di Steve Jobs. Inoltre bisogna non sottovalutare un aspetto: Apple punta a un sistema chiuso e iper-controllato (vedi censura selvaggia delle App e bluetooth bloccato) mentre Android punta a un sistema totalmente aperto. Sicuramente due filosofie di vita davvero differenti.

Vuoi vedere che saranno davvero rilasciati a breve iPhone 3G da 32GB pre contrastare da subito il “fenomeno Android“? Tutto è possibile, ma, sinceramente noi di TAL ci aspettiamo che “questa presunta rivalità” possa portare al telefono di Apple alcune importanti novità, tra cui il copia-incolla.

[via] and first image by TrustedReviews