PushMail: qualsiasi E-Mail è push con iPhone

di Michele Baratelli 31

PushMail 001

Nome: PushMail 1.0
Categoria: Produttività – Licenza: 3,99 euro
Data di rilascio: 17/07/2009 – Piattaforma: iPhone

Ricevere la propria E-Mail in tempo reale con iPhone attraverso le Push Notifications è una realtà disponibile per tutti e non solo per i possessori di un costoso account MobileMe. Con PushMail per iPhone, infatti, qualsiasi account E-Mail diventa Push così da essere informati in tempo reale della ricezione di qualsiasi messaggio. A differenza di GPush, che ricordiamo resterà offline per i primi acquirenti e indisponibile sullo store fino a nuovo ordine, PushMail funziona perfettamente ed espande i limiti della precedente e più pubblicizzata applicazione perché funziona con qualsiasi account E-Mail e non solamente con quello di Gmail.

Grazie a PushMail, tutti coloro che hanno la necessità della notifica istantanea dei propri messaggi di posta elettronica saranno accontentati rendendo così iPhone ancora un passetto più vicino al mondo business. Vediamo come rendere “Push” il proprio account E- Mail.

Per abilitare il proprio iPhone alla ricezione delle notifiche push per qualsiasi indirizzo E-Mail sono necessari due semplici passaggi che, volendo, è possibile gestire direttamente dal proprio melafonino. Dopo aver installato e aperto l’applicazione, ci viene richiesto di registrare un nome utente e una password: tali credenziali sono necessarie per la ricezione Push della propria posta elettronica (ad esempio otterremo un account di posta del tipo [email protected])

Ciò è necessario perché PushMail funziona in maniera davvero semplice: basterà infatti inoltrare una copia delle proprie E-Mail all’indirizzo generato (nel nostro caso [email protected]) per ottenere la notifica istantanea, una sorta di SMS, della ricezione di un nuovo messaggio.  Il messaggio ricevuto, il simil SMS, conterrà nome mittente, oggetto e la prima parte dell’E-Mail stessa.

PushMail 002

A questo punto non dovremo fare altro che accedere al proprio account di posta nella maniera usuale per leggere il messaggio nella sua completezza. Durante quasi una giornata di utilizzo, PushMail si è comportato sempre come descritto e non abbiamo avuto brutte sorprese. La cattiva notizia è che, come sappiamo, il sistema delle Push Notifications incide sulla batteria del proprio iPhone: con PushMail attivo, tuttavia, è possibile arrivare comodamente a fine giornata.

PushMail 003

PushMail per iPhone è in grado di rendere Push la propria E-Mail offrendo ad iPhone un valore aggiunto davvero notevole. Siamo ancora in una fase giovane del programma e credo che grazie ai vari suggerimenti che ognuno di noi può offrire, PushMail può diventare un punto di riferimento in App Store. Personalmente sono rimasto positivamente colpito dall’applicazione e dal suo prezzo, dato l’elevato costo di gestione del server.

Se avete domande in merito al funzionamento di PushMail, non esitate a porle: qualora io non sia in grado di rispondere, ci penserà sicuramente Simon che è lo sviluppatore oltre che un amico e lettore di TAL.

PushMail è  disponibile nell’App Store di Apple nella categoria “Produttività” a 3,99 euro.