L’applicazione ufficiale di Gmail per iOS appare e sparisce poco dopo

di Gabriele Contilli 2

 

Screen Shot 2011 11 02 at 7 14 10 PM

Breve storia di una (brutta) applicazione per iOS: pubblicazione, un mare di critiche, e rimozione dallo store.

Con Gmail per iOS, l’applicazione ufficiale di Mountain View, Google non ha proprio centrato il bersaglio. Uscita poche ore fa, l’applicazione ha avuto appena il tempo di suscitare solo critiche e polemiche da praticamente chiunque l’abbia scaricata e installata, per poi sparire nel nulla giustificando la rimozione dall’App Store con dei problemi tecnici relativi alle notifiche.

Ma facciamo il punto della situazione.

Gmail per iOS è, innanzitutto, una sorta di web view della versione mobile del servizio di posta. La sensazione è proprio quella di caricare una pagina web, disintegrando in pochi istanti l’entusiasmo iniziale. In pratica, non è lontanamente paragonabile a Mail o ad altre applicazioni, in quanto si limita (o almeno sembra) a caricare una pagina web.

C’è qualche funzionalità in più per allegare immagini e scegliere i destinatari dalla Rubrica Indirizzi, ma poco altro. Ad esempio, manca completamente un pannello Opzioni, e non c’è modo di impostare due o più account. Inoltre, l’unica parte interessante e cioè le notifiche che avvisano dell’arrivo dei nuovi messaggi, semplicemente non funzionano affatto. Mike Rundle ha scoperto che si tratta di una vera e propria mancanza nel codice dell’applicazione (che comporta anche un errore all’avvio):

Stack Overflow says that error on launch of the Gmail app means push notifications weren’t enabled when it was code-signed. Whoops!

Il team di Gmail ha comunque cercato di correre ai ripari, rimuovendo l’applicazione dallo store e spiegando che avrebbero sistemato il problema delle notifiche appena possibile:

The iOS app we launched today contained a bug with notifications. We have pulled the app to fix the problem. Sorry we messed up.

Purtroppo, non credo basterà quello a sollevare le sorti di quest’applicazione.