iRank SEO: il posizionamento del proprio sito sui motori tramite iPhone

di Nicola Strumia Commenta


Nome: iRank SEO
Tipologia: Business
Requisiti: iPhone/iPod Touch/iPad OS 3.0 o successivo
Prezzo: gratis

iRank SEO è una applicazione rilasciata qualche settimana fa da una Web Agency italo-inglese chiamata Orchid Box. iRank SEO è sostanzialmente un’app utile a chi si occupa di SEO e posizionamento, in quanto permette di tracciare il ranking di un dominio web per un set di parole chiave a propria e di monitorare il trend giorno dopo giorno.

Caratteristiche di iRank SEO

Con iRank SEO è possibile monitorare col proprio iPhone (o iPad e iPod Touch) il ranking delle keyword, quindi il posizionamento del proprio sito nelle pagine dei risultati dei motori di ricerca (nello specifico Google) mediante un sistema di grafici che permettono di valutare così i progressi con una semplice ed immediata lettura.
Lo storico che è possibile conservare è pari ad un massimo di 3 mesi.
L’applicazione iRank SEO è composta da 4 tab, conosciamoli uno per uno assieme:

  • Tab Domains


In questo primo tab impostiamo i domini che vogliamo monitorare. Col tasto + possiamo quindi inserire il nome e la url del sito e subito sotto inserire le parole chiave per cui misurare il ranking.

Dopo che iRank avrà collezionato i dati interrogando il motore di ricerca, i grafici mostreranno i posizionamenti per le varie keyword inserite e verrà composto il trend per periodi pari a ultimi 7 giorni, ultimi 30 giorni e ultimi 90 giorni. Nell’area Keywords, inoltre , viene indicata la posizione di riferimento a livello di ranking e se essa è salita o scesa rispetto all’ultima misurazione.

  • Tab News


Si tratta di un (attualmente molto) scarno sistema di notizie relative al mondo del SEO. Una curiosità relativa alla prima delle 2 news presenti: per fortuna il sistema Site Explorer per conoscere il numero di backlinks ricevuti dal proprio sito ancora non è stato disattivato da Yahoo.

  • About

Si tratta semplicemente dell’area di informazioni relative a iRank.

L’ultimo tab invece riguarda l’aggiornamento dell’applicazione alla versione Pro: al momento la versione disponibile è soltanto quella gratuita, mentre il prossimo Settembre verrà rilasciata la versione PRO che permetterà, tra le altre cose, di aggiungere fino a 20 domini e un numero illimitato di keyword da tracciare (solo 10 nella versione gratuita) il tutto per £5.99 al mese (sicuramente troppo caro).

Vediamo infine le attuali pecche di questa App per SEO su iPhone: al momento mi risulta impossibile inserire parole chiave che contengono il carattere “&”: probabilmente tale lettera viene mal interpretata dal programma. Altro bug: nel report la voce “Similar website” rimane sempre vuota.

In conclusione iRank risulta, per chiunque gestisca un sito, un blog o qualsiasi altro servizio web, un valido aiuto per seguirne i progressi nel tempo ed averne visione immediata col proprio iPhone. Chiaramente per analisi più dettagliate e complete è opportuno fare affidamento a software desktop più completi (ad esempio la suite di Caphyon).

iRank SEO, versione 1.0, pesa 0.9 MB e si scarica gratuitamente dall’App Store.