Il nuovo iPad è già sold-out

di Andrea "C. Miller" Nepori 8

A poche ore dall’apertura dei preordini negli Stati Uniti e in altri paesi in cui la commercializzazione è prevista per il prossimo 16 Marzo, le date di spedizione del nuovo iPad hanno cominciato a slittare in avanti di qualche giorno.
Un chiaro segno di “successus praecox”, tipica patologia che da diversi anni a questa parte affligge il lancio di tutti i nuovi dispositivi Apple e che molte altre aziende concorrenti vorrebbero fosse contratta nella forma più acuta anche dai propri prodotti.

Devono essere particolarmente nutrite le schiere di fanboy di tutto il mondo, secondo i più veementi critici gli unici possibili acquirenti di un dispositivo davvero troppo simile al suo predecessore. Sono così tanti che le scorte iniziali di nuovi iPad per i pre-ordini sono completamente finite.
In Italia attendiamo il lancio del 23 marzo con la speranza che lo stock iniziale sia sufficiente, mentre gli operatori allestiscono mini-siti autorizzati Apple per ricordarci che il nuovo iPad lo venderanno anche loro.


Apple ha rivelato che le scorte di iniziali di “nuovo iPad” sono terminate del tutto con una dichiarazione ufficiale rilasciata ad USA Today:

“La risposta dei clienti al nuovo iPad è fuori da ogni scala e la quantità disponibile per i pre-ordini è stata acquistata. I clienti possono continuare ad ordinare online e ricevere una data stimata per la spedizione”.

In Italia l’iPad sarà in vendita da venerdì 23 marzo, ma non ci è ancora dato sapere se anche qui da noi saranno attivati i pre-ordini. Molti Premium Reseller stanno già accettando prenotazioni da parte dei clienti in maniera ufficiosa anche se probabilmente nemmeno loro sanno bene quale sarà la disponibilità per il giorno del lancio.

Intanto gli operatori italiani che hanno stretto accordi con Apple per la vendita dell’iPad, vale a dire Tre, Vodafone e TIM,  hanno provveduto ad aggiornare i loro siti con informazioni sul dispositivo.
Niente di nuovo sotto il sole, in tutti e tre i casi si tratta di mini-siti identici l’uno all’altro che non aggiungono nulla (neppure su eventuali nuove tariffe dati) ma ci ricordano soltanto che anche i punti vendita degli operatori di telefonia venderanno il tablet Apple dal 23 marzo.