MobileMe iDisk aggiornato per iPad, iPhone 4 e iOS 4

di Andrea "C. Miller" Nepori 3

Apple ha pubblicato un nuovo aggiornamento di MobileMe iDisk, l’applicazione che permette di accedere all’hard disk online a disposizione di ogni utente del servizio MobileMe dagli iDevice. Con la nuova versione l’applicazione guadagna la compatibilità con l’iPad e il supporto al Retina Display di iPhone 4 e al multitasking di iOS 4.

Qualcuno a Cupertino deve aver sentito sul collo il caldo fiato di Dropbox, soprattutto dell’app per iPad a corredo servizio gratuito che non ha nulla da invidiare all’iDisk di MobileMe. Di fatto l’impostazione dell’applicazione di Apple è molto simile a quella della concorrenza e le funzioni implementate sono le stesse. A conti fatti, per quanto la possibilità di usare iDisk anche su iPad fosse attesa da tempo (del resto paghiamo 79€ all’anno per qualcosa, no?), Dropbox rimane ancora l’opzione migliore.

Chi ha già un account MobileMe ha tutto l’interesse a sfruttare iDisk e Dropbox contemporaneamente, visto che entrambe le applicazioni per tutti gli iDevice sono gratuite e in questo modo si hanno a disposizione 2GB in più (10 su iDisk + 2 su Dropbox gratuiti – come fa giustamente notare Alex T. nei commenti, ad iDisk si può dedicare molto più spazio, modificando la ripartizione dei GB disponibili per Mail e per iDisk).

MobileMe iDisk per iPad però non offre molto di più rispetto alla scatolina blu. L’interfaccia è analoga e anche a livello di prestazioni non si notano particolari differenze. Come c’era da attendersi da Apple, l’app è esteticamente più curata rispetto a Dropbox, che manca di certe ottime rifiniture tipicamente Cupertininiane.

Entrambi i software permettono di scorrere i file nelle cartelle, visualizzarli e riprodurli, aprirli come allegati in altre applicazioni come GoodReader o attivarne la condivisione con salvataggio del link nella clipboard o invio del link tramite email. DropBox però a differenza di iDisk permette anche di caricare file dall’iPad (foto e video), una features che non si sa bene perché manca nell’app di Apple, sia sul tablet che sull’iPhone.

Sul melafonino iDisk pareggia però almeno in parte i conti grazie alla possibilità di riprodurre file audio remoti in background, una caratteristica che manca alla versione iPhone di Dropbox, per quanto anch’essa abbia già introdotto il supporto al multitasking.

Morale della favola: se siete iscritti a MobileMe, l’applicazione iDisk non può mancare sui vostri iCosi. Se dovete scegliere da zero un servizio di cloud storage e non vi interessano tutte le altre features del servizio Apple (mail @me.com, Find my iPhone), andate a colpo sicuro su Dropbox (2GB sono gratuiti) e scaricatevi la relativa applicazione universale dall’App Store