MacBook White, programma di sostituzione esteso

di Martina Oliva Commenta

Il MacBook bianco in policarbonato è salito più volte agli onori della cronaca per le diverse problematiche inerenti la scocca dettate, in primis, dal calore generato dalla stesa macchina.

MacBook White  esteso programma sostituzione

In particolare l’ultima generazione di MacBook White, quella unibody lanciata nel 2009, è stata soggetta, in svariati casi, ad una deformazione dello chassis inferiore adibito alla protezione dei circuiti.

Chi possiede un MacBook di colore bianco classe 2009 sarà però sicuramente ben felice di apprendere che il programma di sostituzione gratuito della parte inferiore del laptop che sarebbe dovuto volgere al termine il prossimo mese è stato esteso di altri due anni.

In tal modo, quindi, il periodo complessivo di piena assistenza per il MacBook White viene portato a quattro anni.

Il programma, nello specifico, consente di chiedere la sostituzione in garanzia dello chassis inferiore dei MacBook in policarbonato di colore bianco che sono stati costruiti tra l’ottobre del 2009 e l’aprile del 2011 e per i quali in determinate circostanze si è verificato un distaccamento della parte inferiore in gomma antiscivolo.

Per la sostituzione è possibile scegliere, a seconda delle diverse esigenze, se recarsi presso un Apple Store o presso un rivenditore autorizzato.

In alternativa è anche possibile ordinare direttamente online un kit di sostituzione “casalingo” del coperchio inferiore corredato d’istruzioni.

I consumatori che hanno già sostituito a proprie spese la parte interiore del MacBook possono provvedere a contattare direttamente Apple in modo tale da richiedere un rimborso.

Apple ha tuttavia sottolineato il fatto che l’estensione dell’iniziativa non sarà ufficialmente definitiva. Apple infatti si riserva il diritto di interrompere il programma di sostituzione in qualsiasi momento in base alle richieste effettive indirizzate ai centri e ai tecnici autorizzati.

Prendendo quindi alla lettera il vecchio detto “tolto il dente tolto il dolore” Cupertino fa sapere che una volta “scomparsa” la problematica sparirà anche il relativo programma di sostituzione.

Via | AppleInsider