Retina Display sui Mac: risoluzione 4K già supportata dalle CPU Ivy Bridge Intel

di Roberto Coluccio 2

Processori Ivy Bridge Intel supportano risoluzione display 4K

Durante una recente sessione dedicata agli sviluppatori a San Francisco, Intel ha presentato alcune importanti novità della nuova famiglia di processori Ivy Bridge che dovrebbe debuttare sul mercato nel primo trimestre del 2012. Questa generazione di CPU, con tutta probabilità, verrà adottata anche da Apple per la sua prossima generazione di Mac.

Tra le feature più interessanti ce n’è una che riguarda il comparto video, in particolare il supporto ad altissime risoluzioni anche per più schermi contemporaneamente, fino a 4096×2304, nonché alla riproduzione di contenuti video codificati secondo lo standard 4K QuadHD.

Questo balzo in avanti nel supporto grafico dei processori Intel costituirebbe la piattaforma hardware perfetta per l’introduzione, da parte di Apple, dei Retina Display su Mac. Ricordiamo che in passato già diversi segnali sono trapelati in merito all’introduzione di questi display ad alta risoluzione e concentrazione elevatissima di pixel (326 ppi, pixel-per-inch) su Mac e su un futuro iPad 3: nel primo caso gli indizi sono stati scovati all’interno di OS X Lion, mentre per il secondo ci ha pensato il Wall Street Journal a dichiararne l’attendibilità.

Il Retina Display al momento è stato adottato solamente su iPhone 4 ed iPod touch di 4a generazione, per schermi da 3,5” con risoluzione 960×640.

Ulteriore prova dell’intenzione da parte della società californiana di portare questa tecnologia “a bordo” dei propri MacBook e soprattutto iMac, nonché magari dei nuovi Thunderbolt Display starebbe nel supporto a contenuti video in risoluzione 4K anche nel recentemente rilasciato software di video editing Final Cut Pro X. Tra l’altro anche da YouTube sono da poco arrivate conferme riguardanti un futuro supporto ed adozione dello standard 4K QuadHD video, standard già per altro utilizzato da videocamere di altissima gamma, quali ad esempio la RED ONE.

I nuovi processori Ivy Bridge saranno realizzati con un processo produttivo a 22 nm e promettono performance incrementate di oltre il 60% rispetto all’attuale Sandy Bridge. Non solo: Intel ha reso queste CPU pienamente compatibili con lo standard Apple OpenCL (Open Computing Language, uno standard aperto supportato, in particolare, anche da AMD, Intel e Nvidia), feature che porterà senz’altro ad un notevole incremento delle prestazioni video per i MacBook Air e MacBook Pro 13” equipaggiati da scheda video integrata Intel HD Graphics 3000.

[via]