Nuovo MacBook Pro 15”: il teardown di iFixit

di Luca Iannario 5

Dopo l’introduzione dei nuovi MacBook Pro avvenuta nella giornata di ieri, i ragazzi di iFixit non hanno perso tempo per effettuare il consueto teardown dei nuovi prodotti dell’azienda di Cupertino. In questa occasione il target è stato il nuovo MacBook Pro con display da 15”.

Nel complesso, dal punto di vista dei componenti interni, non c’è stato un cambiamento stravolgente. La vera novità è rappresentata sicuramente dalla tecnologia Thunderbolt che debutta proprio con questi nuovi laptop. Dal teardown è emerso che il controller per Thunderbolt è il quarto chip più grande saldato sulla scheda madre, dopo CPU, GPU e chipset. “Crediamo che il footprint del chip dimostra il potenziale di questa porta”, scrivono nel post.

Oltre alle ottime prestazioni, i nuovi portatili saranno anche più semplici da riparare. La batteria, ad esempio, può essere scollegata senza essere rimossa dal suo alloggiamento. Il display dovrebbe essere l’unica parte più complicata da sostituire. Dall’esame sono emerse anche altre interessanti novità, come quelle relative alla batteria che alimenta i portatili. Si tratta della stessa batteria da 77,5 W/ora della generazione precedente, ma Apple ha deciso di dichiarare “solo” 7 ore di autonomia (invece di 8-9) probabilmente per evitare differenze troppo evidenti in determinate condizioni di utilizzo.

Per quanto riguarda la RAM, è stata impiegata la stessa degli ultimi iMac, ovvero la PC3-10600 a 1333MHz. La scheda wireless, una Broadcom BCM4331, è stata potenziata con l’aggiunta di una quarta antenna (invece di tre) per migliorare la trasmissione. I quattro chip più importanti sono il processore Intel i7 Quad-Core, la scheda video AMD Radeon HD 6490M, il chipset Intel BD82HM65 e Intel L051NB32 EFL (controller Thunderbolt).

Il MacBook Pro 15” è identificato, sin da ottobre 2008, con il codice A1286.

[via]