Il MacBook Air vale 2,2 miliardi di dollari?

di Andrea "C. Miller" Nepori 6

MacBook airLa prima generazione del MacBook Air non fu un fallimento, ma non fu nemmeno il successo che probabilmente Steve Jobs aveva in mente. Apple aveva accettato dei compromessi ed era riuscita a tirare fuori un prodotto rivoluzionario, anche se ancora acerbo. La seconda generazione del MacBook Air ha ereditato il concetto della suo predecessore e si è dimostrato un prodotto straordinario, la cui sola sfortuna è stata quella di aver dovuto cedere le luci della ribalta, nell’ultimo anno, ad un altro apparecchietto ci cui forse avrete sentito parlare –– l’iPad.

A quanto pare aver ceduto la scena al tablet non ha affatto danneggiato le vendite del MacBook Air. Anzi, quello che sembrava destinato comunque ad essere un ottimo prodotto di nicchia si è guadagnato un posto d’onore nel line-up Mac. Stando ad un recente report dell’analista di JP Morgan Mark Moscowitz in questo 2011 il MacBook Air potrebbe portare nelle casse Apple la bellezza di 2,2 miliardi di introiti.

La tesi di Moscowitz è interessante, anche se in fondo la poteva partorire solo uno che fa il suo mestiere. Gli analisti sono sempre alla ricerca di etichette e definizioni in cui incasellare i prodotti per poter gestire e categorizzare al meglio le loro previsioni. Se per l’iPad si sono dovuti inventare la categoria dei Media Tablets, per distinguere il dispositivo e i suoi emuli dai tablet precedenti, nel caso del MacBook Air Moskowitz è convinto che si possa definire ancora un’altra categoria: quella di “pc ultra portatili orientati alla produttività” che si piazzano in mezzo fra i notebook veri e propri e i tablet. Ovvero fra i MacBook Pro e un prodotto di una categoria che Apple ha inventato di sana pianta un anno fa.

Sia che queste divisioni vi convincano oppure no, il succo dell’analisi di Moskowitz è chiaro: dire che i MacBook Air sono il futuro dei notebook non è affatto azzardato. Per la fine del 2011, secondo i calcoli dell’analista, i MacBook Air saranno il 4,9% di tutti i Mac venduti e genereranno il 5,9% degli introiti derivanti dai Mac (quei 2.2 miliardi di $ cui accennavamo sopra). Potremo mai verificare questi numeri con un riscontro ufficiale? Beh, no, perché i dati che Apple fornisce sulle vendite dei Mac non prevedono alcuna suddivisione per categoria di prodotto, ma stiamo sicuri che durante le prossime earnings call sentiremo sicuramente Cook e Oppenheimer dire ottime cose del supersottile laptop di Cupertino.