Effetto Apple, le canzoni rese famose dagli spot della Mela

di Andrea "C. Miller" Nepori 13

L’uscita di un prodotto Apple coincide spesso e volentieri con il lancio di una nuova band indipendente che ha la fortuna di veder scelto un proprio brano per la pubblicità del nuovo gadget melato. Ma quanti sono gli artisti che hanno goduto dell’effetto Apple? Mashable ha raccolto una cronologia dei casi più eclatanti.

Fra i primi ci furono i Jet, la band australiana di “Are you gonna be my girl”, resa famosa, almeno negli Stati Uniti, da uno degli ormai celebri spot con le silouhette danzanti. I Jet arrivarono a vendere 3,5 milioni di copie dell’album Get Born, in buona parte grazie all’esposizione mediatica fornita dallo spot.

C’è poi Feist, la cantante canadese dalla già buona carriera che fu protagonista dello spot dell’iPod nano video nel 2007 (quello squadrato) con il video della sua accattivante “1 2 3 4”. La messa in onda dello spot provocò in breve un boom di vendite su iTunes per il singolo. Ad Apple Feist deve piacere ancora parecchio: su iTunes non è raro trovare screenshot ufficiali datati 2008 in cui la schermata dell’iTunes Store mostra proprio l’highlight dedicato alla cantante (immagine qui sotto).

Ma sono i discografici che si occupano di proporre ad Apple musicisti su cui vogliono puntare nella speranza che la canzone venga scelta per un nuovo spot? Probabile che in alcuni casi sia così ma le storie dei CSS e di Yael Naim sembrano suggerire il contrario.

I CSS devono dire grazie all’intraprendenza dello studente britannico Nick Haley, che ha scelto la loro “Music is my hot hot sex” per uno spot dell’iPod touch girato in casa per divertimento. I dirigenti Apple lo hanno notato su YouTube e hanno messo Nick sotto contratto per realizzare una versione professionale dello spot assieme agli esperti dell’agenzia pubblicitaria di Apple. La canzone dell’ad ufficiale è rimasta la stessa e i CSS hanno venduto una marea di singoli grazie a questo raro colpo di fortuna.

Yael Naim probabilmente la ricorderete un po’ tutti. E’ l’autrice di “New Soul”, colonna sonora del noto spot del MacBook Air che esce dalla busta. Successo planetario (prima artista israeliana a piazzare un singolo nella Top 10 U.S.A.) per una canzone registrata quasi per caso e che si dice sia stata scelta per lo spot da Steve Jobs in persona.

“Shut up and let me go” dei The Ting Tings fu scelta invece per il revival delle silouhette, nello spot celebrativo dei 5 anni di iTunes. Il singolo fu un successo inaspettato, dato che la band pensava di puntare su altre canzoni, ritenute migliori.

Non sono entrate nella cinquina di Mashable due canzoni che meritavano almeno una menzione: “Around the bend” degli Asteroid Galaxy Tour (anch’essi protagonisti di un curioso aneddoto sulla scelta della canzone da parte dell’iCeo) e “You, me and the bourgeoisie” dei Submarines, utilizzata in uno spot in cui la canzone veniva “riconosciuta in diretta” da Shazam (video qui sotto).