iOS 7 e la sindrome “tutti designer”

di Redazione 15

Avete presente quell’attitudine prettamente italiana che ci rende “tutti allenatori”? Ci rivolgiamo agli interlocutori millantando esperienza, ci facciamo forti di quelle due stagioni in seconda divisione con la squadra dell’oratorio che ti dovevi confessare se non volendo ti scappava un vaffa in partita e, più in generale, sprigioniamo un disprezzo atavico verso la generale incompetenza di questo o quel “professionista” del calcio, che in realtà non ne capisce una beneamata mazza.
Ora mettete l’UX design al posto del calcio ed avrete un quadro abbastanza fedele di un mese abbondante di critiche, articoli, proposte e approfondimenti su iOS 7.

 

redesign ios 7

Tutti designer, insomma. Le icone fanno schifo, il font è illeggibile (ma quanto sherry si è bevuto Jony prima di scegliere Helvetica Neue Ultralight[1]?), lo skeuomorfismo i suoi lati positivi in fondo ce l’aveva.

Poco male che fino al giorno prima del keynote della WWDC tutti non aspettassero altro che una totale rivoluzione estetica. La rivoluzione è arrivata e i “grandi designer” si sono dimostrati subito prontissimi a rivedere, ritoccare, creare nuovi mock-up. Come se un re-design di questa portata fosse il lavoro di una nottata e il risultato si misurasse in page-view istantanee.

Se pensate che stia esagerando, be’, forse non vi sono capitati sotto gli occhi certi trattatelli seriosi che decretavano ora la totale pazzia precocemente senile di Jony Ive e del suo team, ora il completo e definitivo disfacimento dell’azienda Apple sulla scia di un fallimento già annunciato di nome iOS 7 (che per ora è solo ed esclusivamente una beta per sviluppatori ancora in corso di finalizzazione).

Coloro che in questo mese e mezzo hanno conservato il senno sono tanti, ne sono sicuro. E non dubito che costoro apprezzeranno la non troppo sottile ironia della Web App creata da US Vs Th3m. Si chiama iOS 7 redesign ed è un ottimo sistema per sfogare le pulsioni di tutti i wannabe designer che avrebbero voluto un’iOS 7 diverso. E’ un po’ il ruolo sociale che Football Manager da anni svolge egregiamente per tutti i quasi-allenatori di cui è pieno il nostro Paese.

Le icone dovevano essere tonde? No problem, basta un click per ottenere l’effetto desiderato. Al posto di quelle figurine squallide e piatte preferivate dei cucciolini puccettosi? Nulla vieta di metterceli! E che dire delle immagini di sfondo? Meglio piazzarne una diversa da quelle bolle colorate come un carro del Carnevale di Viareggio. E poi il font! Non sarebbe meglio un bel serif con le grazie svolazzanti? Certo che si!
Eccolo qui, il risultato di un simile delirio:

ios puppies

E’ solo una della tante combinazioni che si possono ottenere. Tutte, ovviamente, migliori dell’obbrobrioso design originale voluto da un’Apple in preda ad una crisi di nervi, nevvero?
Andate e sfogate l’UX designer che è in voi.
Se poi vorrete anche postare qui sotto eni commenti i risultati ottenuti saremo lieti di assecondarvi e confermarne la totale superiorità delle vostre revisioni rispetto al look attuale di iOS 7.

Note


  1. Il fatto che nel giro di tre beta il font sia diventato più spesso (ora è Helvetica Neue Light e basta) è chiaramente da addursi al contributo inestimabile delle orde di critici della domenica.  ↩