iCon: una nuova serie TV firmata Dan Lyons

di Redazione 1

Dan Lyons (foto), il columnist di Newsweek meglio noto come “Fake Steve Jobs” sarà l’autore di una nuova sitcom satirica che andrà  in onda prossimamente sul canale via cavo statunitense Epix . La serie, che si comporrà di episodi della durata di mezzora, si chiamerà iCon e sarà incentrata sulla figura di Tom Rhodes, un capitano d’azienda della Silicon Valley potente, bizzoso e dall’ego sconfinato. Si nota una certa somiglianza, almeno nella vaga descrizione affidata per adesso ai comunicati stampa, con un certo tizio di nome Steve. E di sicuro non può essere Ballmer, ma solo perché la Microsoft ha la sua sede fuori dalla Valley. Indovinate di chi si tratta?

Ad aiutare Dan Lyons alla lavorazione della nuova serie che, immagino l’abbiate capito, ironizzerà pesantemente sulla figura di Steve Jobs e su tutti i tic dei grandi della Silicon Valley, è stato chiamato Larry Charles, già autore per “Seinfeld”, “Curb Your Enthusiasm”, e regista di Brüno e Borat, i due noti lungometraggi comici di Sasha Baron Cohen.

Charles, che della serie curerà anche la regia, non nasconde di avere grandi aspirazioni per questo nuovo progetto:

“Stiamo cercando di realizzare nientemeno che un moderno ‘Citizen Kane’. Una satira tagliente della Silicon Valley e del suo cittadino più famoso”.

Il nome della nuova serie TV, iCon, ricalca quello di una biografia non autorizzata di El Jobso frimata da Jeffrey S. Young. Il libro fece arrabbiare talmente tanto l’iCeo che fu deciso (provate a indovinare di chi fu la decisione) di bandire dagli Apple Store tutti i libri della Wiley & Sons, la casa editrice che aveva osato pubblicare il malefico volume.

Chissà se la nuova sitcom verrà distribuita anche su iTunes Store o se subirà invece il medesimo trattamento riservato al libro suo omonimo. Molto probabilmente i produttori sperano nella seconda ipotesi: la censura interna di Apple garantì alla biografia non autorizzata un inaspettato ritorno pubblicitario a costo zero.
[via NYT]
Photo: Duncan Davidson