Mercato PC in Europa Occidentale in forte calo, Apple è quinta in Italia

di Andrea "C. Miller" Nepori 3

Gartner Research ha diffuso ieri i numeri del mercato PC in Europa Occidentale relativi al terzo trimestre solare del 2013. Il quadro è desolante: le vendite sono in forte calo, con un -12,8% che non risparmia quasi nessun brand (si salvano Lenovo e Dell) ma è “meno peggio” del -15% dello stesso periodo del 2012.
Calo anche per Apple, con i Mac che tuttavia “tengono” abbastanza da consentire all’azienda di scalare la classifica produttori piazzandosi al quinto posto. Nel 2012 Cupertino non compariva nella classifica Europea, mentre quest’anno ASUS è praticamente sparita dal radar, con un calo del 35% delle vendite. Apple è quinta anche nella classifica italiana.

Clic per ingrandire
Clic per ingrandire

In Europa Dell e Lenovo, rispettivamente al quarto e secondo posto, crescono del 1,1% e del 16,3%. Bene, se così si può dire, anche HP, che tiene botta con un -0,2% che di questi tempi è un successo. Acer Group segna un grave -28% ma continua a rimanere in classifica al terzo posto. Tutt’altra sorte per Asus: con il suo  -35% stimato da Gartner l’azienda è finita nel gruppo degli “Others” ed ha lasciato spazio ad Apple, che guadagna il quinto posto con 996 mila Mac venduti e un calo del 3,1%.

Nel Regno Unito il mercato ha subito il colpo più duro, con un calo del 21,2 percento nelle vendite. Qui Apple si mantiene al quarto posto, con un calo minimo dello 0,5%. Meglio la Germania, con un calo generale del 14,4%, e la Francia, con il suo declino “invidiabile” che si attesta sul 10,4%.

Gartner PC italia Q3 13 600
Clic per ingrandire

Male anche il mercato italiano, con un -15,4%. Interessanti i dati specifici per produttore. Apple si guadagna un quinto posto nonostante un calo dell’8,8% che tuttavia non è nemmeno lontanamente paragonabile ai numeri da disastro ferroviario di ASUS (-55%) e Acer (-33,5%). Le due aziend continuano a mantenere in ogni caso il terzo e secondo posto in classifica.
Al vertice ancora HP, le cui campagne di rottamazione dell’usato probabilmente hanno funzionato, con un lieve calo del 2,1%. Notevole la performance di Lenovo (+55%) e decisamente da segnalare il +3,3% del gruppo degli “altri produttori”, anomalia positiva tutta italiana.

[Classifica italiana via @setteB.IT]