MobileMe: filesharing e altra sorpresina

di Michele Baratelli 7

Dopo aver attivato il periodo di prova (che è stato più lungo grazie ai bonus di mamma Apple), come tanti tra voi mi sono ritrovato nella condizione di scegliere se rinnovare o meno l’abbonamento ai servizi MobileMe di Apple: ho deciso così di “dare ancora fiducia” a Cupertino pagando l’obolo annuale. Ho virgolettato “dare ancora fiducia” di proposito perché MobileMe è davvero lontano dalle mie attese: passi il mancato “Push” (dai, si vive lo stesso e sinceramente mi mancherebbe il fatto di non dover cliccare più il tasto “Ricevi” all’interno di Mail) ma la lentezza del servizio è qualcosa di improponibile per noi europei. Alla notizia dell’arrivo (finalmente) della promessa funzionalità di filesharing ho notato una maggiore velocità da parte dei server di Apple e ho avuto una gradita sorpresa come da immagine seguente.

Ho da sempre apprezzato MobileMe per il suo impianto strutturale al servizio dell’utente e al tempo stesso ho da sempre odiato MobileMe per via della sua lentezza. Mi son sempre chiesto se mai sarei riuscito, in un anno, ad occupare almeno 1GB dei 20GB disponibili in iDisk: ieri ho avuto una piacevole sorpresa.

Intendiamoci, a casa ho la fortuna di avere un collegamento in fibra ottica di Fastweb che mi permette di fare upload di grossi files a 10Mbit al secondo: una velocità ideale di 1100 Kb/s che, a causa della lentezza di MobileMe,  si è sempre attestata, al massimo, sui 90 Kb/s. Ora, sarà che Apple ha migliorato i suoi server o sarà che il mio vicino ha smesso di rubarmi la connessione, ieri sono riuscito a fare un upload significativo (circa 350MB)  in meno di 10 minuti.

L’upload (sebbene non al massimo della capacità della mia linea) è avvenuto tramite finestra di Safari (attraverso quindi l’interfaccia dedicata di me.com) e non con un semplice “drag&drop” attraverso il Finder, sfruttando così l’accesso diretto ad iDisk. Tramite Finder, invece, la trasmissione rimane decisamente più lenta anche se già migliore di quanto avveniva qualche giorno fa.

Tutto questo in concomitanza con la possibilità, da alcuni tanto attesa, di effettuare una sorta di Filesharing attraverso MobileMe: infatti, come promesso da Steve Jobs durante il Giugno dello scorso anno, ora è possibile condividere files con amici sfruttando “come base” il proprio iDisk. Una volta selezionato il file che si vuol condividere (dimensione massima 1GB), si spedisce ad un amico una mail contenente al suo interno un link diretto per il download.

I problemi della velocità di connessione a me.com restano sempre (il servizio funziona bene solo a tratti) ma fa sicuramente piacere vedere un miglioramento graduale del servizio perché si comprende lo sforzo dei tecnici di Apple nel voler rendere MobileMe un prodotto qualitativamente in linea con tutti gli altri: al momento del prossimo rinnovo, però, mi aspetto almeno un forte sconto “causa fedeltà”.