iPhone, iPod touch e sblocco: glossario. Il Jailbreak

di Michele Baratelli 7

Eccoci giunti alla seconda puntata di “iPhone, iPod touch e sblocco: glossario” che diventerà, con i mesi futuri, un appuntamento fisso della domenica. Vi ricordo che lo scopo della presente “rubrica del Week-End” è quello di fare un po’ di chiarezza su vari termini che quotidianamente utilizziamo parlando dei devices touch di Apple. Siccome parecchie parole e situazioni possono sfumare di significato nel corso del tempo, vi invitiamo a controllare sempre la data dell’articolo che leggete. Nel caso ci fosse un “update” rispetto a un articolo precedente, la cosa sarà prontamente segnalata nell’articolo stesso. Esaurite queste doverose premesse, occupiamoci dell’argomento di oggi, il Jailbreak.

Con Jailbreak si intende un procedimento che permette di abilitare l’accesso al “filesystem root” del vostro dispositivo touch permettendo alle applicazioni di terze parti di essere eseguite. In generale, una volta applicato il Jailbreak avrete Installer e Cydia disponibili sulla propria SpringBoard (il desktop di iPod Touch e iPhone). Installer e Cydia sono necessari per scaricare e installare le applicazioni che per vari motivi non possono o non vogliono apparire su App Store di Apple.

Il Jailbreak era l’unica pratica che prima dell’avvento di App Store permettesse l’installazione di applicazioni, personalizzando così la propria esperienza con iPhone e iPod touch. Attualmente il Jailbreak per gli iPhone 3G permette di ottenere quelle funzioni non previste da Apple come il tethering.

Al momento in cui è scritto il presente articolo il Jailbreak è disponibile per iPhone 2G e 3G e per iPod touch 1G: i possessori del recente iPod touch 2G dovranno attendere ancora un po’. Per quanto riguarda iPhone 2G, il Jailbreak fa parte del processo che rende possibile utilizzare il primo melafonino di Apple con una scheda sim diversa da quella dell’operatore telefonico per cui era stato creato. Ad iPhone 3G e ad iPod touch 1G è possibile applicare il Jailbreak per scelta e non per conseguenza come avviene per iPhone 2G. In tutti i casi il Jailbreak si applica attraverso l’ottimo QuickPwn del DevTeam.