Le prime recensioni di Apple Watch

di Redazione Commenta

Nella giornata di ieri Apple ha sollevato l'embargo sulle recensioni di Apple Watch, che ora cominciano ad apparire in rete. Le impressioni sembrano generalmente positive, ma rimane qualche dubbio sull'intuitività dell'interfaccia e sulla velocità del dispositivo.

687474703a2f2f7777772e77697265642e636f6d2f77702d636f6e74656e742f75706c6f6164732f323031352f30342f46494e414c5f3135303333315f476f6c642d616e642d426c61636b2d325f7631325247422d426c61636b42475f4a4d4f5f572d4548312e6a7067

Ieri Apple ha sollevato l’embargo sulle recensioni dell’Apple Watch. I giornalisti americani che ne avevano ricevuto uno in prova hanno così potuto pubblicare le loro prime impressioni. Le opinioni sono disparate, nessuna estremamente negativa, così come nessuna univocamente positiva.

Sul New York Times Fahrad Manjoo scrive che l’Apple Watch può essere frustrante all’inizio, perché le operazioni di setup sono un po’ più complicate del previsto e non è così semplice adattarsi alla nuova interfaccia.
Anche Lauren Goode, su Re/Code, scrive qualcosa di analogo, paragonando l’esperienza a quella di primo utilizzo di un iPhone nel 2007.

Secondo Joshua Topolsky in tanti vorranno comprare un Apple Watch, ma la realtà dei fatti è che, almeno per adesso, non è detto che ce ne sia davvero bisogno. Anche per lui c’è bisogno di un po’ di tempo per riuscire a prendere il controllo del dispositivo. “Ho capito che per far davvero funzionare l’Apple Watch c’è bisogno di un po’ di lavoro.”
Il dispositivo permette di definire ad esempio una lista di contatti VIP dai quali vogliamo sempre ricevere notifiche, tagliando fuori tutti gli altri.

Secondo Nilay Patel, di The Verge, il problema del Watch è la lentezza. Lentezza nel caricare le notifiche, ma anche lentezza nel caricare le applicazioni. Sia quelle di sistema che quelle di terze parti, che in alcuni casi non partono proprio. Insomma l’impressione è che il software abbia ancora più di un angolo da smussare, come in molti si aspettavano da questa prima versione del dispositivo.
Il giudizio generale su Apple Watch è però positivo, tanto che secondo The Verge lo smartwatch di Apple sarebbe competitivo con la concorrenza anche se si limitasse a mostrare l’ora.

La durata della batteria, una delle principali preoccupazioni alla vigilia, si è rivelata invece più che sufficiente praticamente per tutti i recensori. La necessità di ricaricare l’Apple Watch una volta al giorno non è particolarmente limitante, secondo i più, e le 18 ore di autonomia dichiarate da Apple, in generale, sono rispettate.

Ecco le recensioni più approfondite, per saperne di più: