Apple acquisisce Matcha, app di “aggregazione” video

di Andrea "C. Miller" Nepori Commenta

Apple ha confermato di aver acquisito la startup Matcha, il cui unico prodotto era un’applicazione per l’aggregazione di “sorgenti” video in streaming. Matcha, in sostanza, permetteva di creare una sorta di Dashboard unendo i video disponibili su Hulu, Netflix, Amazon Prime, iTunes ed altri servizi.
L’utilizzo dell’imperfetto nelle frasi precedenti è tutt’altro che casuale. Matcha, infatti, ha chiuso i battenti a maggio e terminato tutti gli account senza ulteriori spiegazioni. .

13.08.13-Matcha

Secondo quanto scrive VentureBeat Apple avrebbe acquisito Matcha.tv per una cifra assai bassa compresa fra il milione e il milione e mezzo di dollari.  L’accordo prevede come sempre l’assimilazione del know-how della startup. I fondatori lavoreranno alla Apple per almeno un paio d’anni.

Sulle motivazioni dell’acquisizione Apple ha come sempre mantenuto il più stretto riserbo e ha solo fornito la solita spiegazione preconfezionata attraverso un portavoce.
E’ possibile ipotizzare, però, che Apple utilizzerà la tecnologia di Matcha per allargare le potenzialità della propria Apple TV aggiungendo un livello più “social” e interattivo all’esperienza generale d’utilizzo.

Del resto, mentre qualche analista rimane concentrato sulla possibilità che Apple voglia ancora lanciare un iTV vera e propria, l’azienda sta già lavorando da mesi ad un ampliamento più o meno silenzioso delle potenzialità del proprio piccolo “hobby”. Un aggiornamento software reso disponibile a giugno ha aggiunto nuovi “canali” sotto forma di app negli States (HBO GO, Watch ESPN, Sky News). Pare inoltre che Vevo, nota piattaforma di streaming musicale, stia lavorando per portare una propria app all-music sul set-top box di Apple.

Può darsi, insomma, che le novità frutto dell’acquisizione di matcha possano comparire in una nuova applicazione ufficiale per Apple TV, anche in questo con un futuro aggiornamento software per il dispositivo.