Quick Look: Apple, gli Hippy e la censura

di Redazione Commenta

Apple è accusata di aver “censurato” la versione digitale di due libri sul movimento Hippy in Danimarca. L’autore Peter Øvig Knudsen si è rivolto al Ministro della Cultura danese per lamentare il trattamento riservato da Apple ai suoi due volumi, “Hippierne 1” e “Hippierne 2”, non ammessi sull’Apple Store per via di alcune foto contenenti nudi e scene di sesso. L’autore non capisce (e nemmeno noi, sinceramente) come non si possa comprendere la natura storica di quel materiale fotografico. Il fatto che in una delle otto versioni rifiutate dai censori Apple avesse usato delle mele per “pecettare” genitali e seni tuttavia può non aver aiutato la sua causa.