hard disk immagine

Ci sono le offerte di Natale nel negozio sotto casa. E così avete deciso di acquistare il vostro nuovo hard disk esterno.

Tutti contenti tornate a casa. Collegate tutti i cavi, l’hard disk compare sul desktop, lo aprite e ci copiate su i vostri primi file. Ma un colpo vi assale al cuore.

Una finestra del FINDER vi avvisa che sul vostro nuovo hard disk non potete copiare i vostri file. Non potete scrivere, ma solo leggere le informazioni. Perchè?

Perchè il vostro hard disk esterno è in formato NTFS.

In questo articolo noi di TheAppleLounge vi aiuteremo a capire la differenza che c’è tra NTFS e FAT32. E vi indicheremo la soluzione (anzi, le soluzioni) per risolvere il problema.

Innanzitutto cosa sono FAT32 e NTFS. Si tratta di due filesystem sviluppati da Microsoft per i sistemi operativi.

formattazione windows

Il FAT32 è il sistema più datato, nato con MS-DOS e presente nelle versioni di Windows fino a Windows ME. Il grande limite del FAT32 è dato dall’impossibilità di gestire file di dimensioni superiori a 4Gb. Che si tratti di film, di video, di documenti o di progetti software, se avete un disco rigido (interno o esterno) in formato FAT32 non potrete realizzare (o copiare) un file di dimensioni superiori a 4 Gb.
ntfs immagine

Il formato NTFS nasce invece negli anni ’90 per risolvere i problemi di performabilità di FAT16 e FAT32 collegati principalmente alle dimensioni dei dischi. Questo formato è stato introdotto nei sistemi operativi di Windows successivi al ME.

Il formato NTFS è stato creato da Microsoft e per le scelte commerciali della stessa casa di Redmond di non rendere pubbliche le specifiche tecniche del suo filesystem, la Apple non ha potuto realizzare appositi drivers di scrittura disco. Ecco perchè oggi da un Mac è consentita la sola lettura degli hard disk con formato NTFS.

Lo stesso Drew Thaler, padre del filesystem, in una recente intervista a StoriediApple, ha affermato che

NTFS è un problema particolare perché non si tratta di uno standard aperto e pubblicato. Microsoft può cambiarlo quando vuole e senza alcun avvertimento. Se Apple fornisse supporto di scrittura su NTFS, il prossimo cambiamento apportato da Microsoft lo renderebbe incompatibile con Mac OS X. Immagini quanti problemi e cattiva pubblicità per Apple se (Mac) OS X danneggiasse accidentalmente i dischi NTFS montati?

In realtà però tutti i sistemi operativi moderni (Windows NT, Unix, Linux e Mac), mantengono la compatibilità con i sistemi FAT, consentendo di realizzare operazioni su file presenti nei vecchi filesystem.

Come ci comportiamo invece se il nostro hard disk è in formato NTFS? Per risolvere il problema è possibile reperire in rete due software specifici: uno freeware, uno a pagamento.

macfuse immagine

Il primo progetto free si chiama MacFUSE. Si tratta di un progetto open-source che cerca di risolvere il “problema NTFS” su Mac attraverso l’installazione di due software. Uno è MacFUSE-Core (qui la versione per Leopard, mentre qui trovate la versione per Tiger), l’altro da installare è NTFS-3G (il download che vi indico in questo link è più precisamente quello della versione “NTFS-3G_1.1104-ublio-catacombae“).

mac fuse installazione immagine

Dopo l’installazione di entrambi i software vi sarà richiesto il riavvio e poi potrete finalmente scrivere (o copiare) i vostri files sul vostro nuovo hard disk esterno NTFS.
paragon immagine

La seconda soluzione al “problema NTFS” è realizzata dagli sviluppatori di Paragon Software Group, autori del “NTFS for Mac OS X” (qui trovate la versione trial, valida per 10 giorni dalla prima installazione), applicazione shareware realizzata già in versione 6.0, sottolineando l’attento beta testing effettuato dall’azienda sviluppatrice (vista la delicatezza del problema filesystem di un sistema operativo).

Da un’attenta analisi dei due software possiamo affermare con certezza che MacFUSE ha la grande pecca di essere piuttosto lento nelle operazioni che esegue (a differenza del progetto Paragon), tuttavia presenta il (grande) vantaggio di essere free.

Un’altra soluzione potrebbe essere quella di riformattare il disco rigido. Alcuni Mac-users consigliano infatti di risolvere il problema partendo da “Utility disco” e formattando il vostro nuovo hard disk esterno NTFS in formato FAT32.

utility disco immagine

Su questo formato il vostro Mac potrà leggere e scrivere senza problemi. Ma – ve lo ricordo ancora una volta – il problema più grave per voi sarà dato dal fatto che con il FAT32 non vi sarà possibile gestire (e copiare o scrivere) file con dimensioni maggiori di 4Gb.

Ad ognuno la sua scelta. Secondo la mia (modesta) opinione provare (ed amare) MacFUSE è semplice e indolore.

E buon divertimento con il vostro nuovo hard disk!

  • Avevo intenzione di provare MacFUSE, ma secondo me per un hdd esterno se avete la possibilità formattatelo in HFS+ ed installate sui pc che lo vedono installate un programma per leggerli e scriverli (io ho un hdd di rete in una rete con 2 mac e un pc) perchè sulla sicurezza dei vostri dati sicuramente e meglio un HFS+.

    Aggiungo una cosa. Se non sbaglio l’unico modo per formattare in FAT32 un nuovo hdd di grandi capacita (superiori a 32 GB) è paradossalmente un mac, perchè windows non lo permette oltre i 32 (di solito un hdd viene venduto con la formattazione fat32 per essere visto da tutti i sistemi operativi moderni)

  • Ed NTFS-3G è un’implementazione molto stabile ed affidabile, oltre che veloce. Forse il problema di prestazioni è in MacFUSE – in Linux NTFS-3G viene gestito dal kernel, non da FUSE – ma probabilmente ci sono margini di miglioramento per il futuro :-)

  • Paolo Petrone

    Caspita, ma ho dei lettori proprio in gamba! Grazie! ;)

  • 1) ringrazio della citazione (e felice di vedere che l’intervista sia piaciuta)
    2) segnalo una piccola correzione: Drew Thaler non è il “padre del filesystem” (NTFS) ma il padre del framework che gestisce vari filesystem su Mac OS X (e prima su Mac OS 9) per la scrittura/registrazione dei dati.

    Nicola D’Agostino per Storie di Apple
    http://www.storiediapple.it

  • Paolo Petrone

    Gentile Nicola ti ringrazio per la precisazione e per il tuo intervento.
    Nostro intento è quello di diventare punto di riferimento e crocevia tra utenti Mac più esperti e neofiti.
    Per questo colgo l’occasione per ringraziarti anche dell’intervista fatta a Drew Thaler. Le parole di Thaler da me citate fanno capire tante cose anche a chi di computer ne capisce poco. Io per primo quando ho acquistato il mio primo iBook mi domandavo perchè le cose fossero così complicate e non ci fosse un unico filesystem. Oggi tutte queste cose a me sono più chiare e spero possano diventare d’aiuto anche a chi si affaccia per la prima volta al mondo della Mela.
    Continua a leggerci! Ciao! :)

  • sgorby

    carissimi, sono appena arrivato al mac e ho trovato questo sito che sto apprezzando, ma volevo segnalarvi che dopo aver letto il vostro articolo ho provato ad installare macfuse sul mio nuovo macmini ma il risultato che ho ottenuto è stato esattamente il contrario di quello che volevo.
    per prima cosa mi è scomparso il mio HD esterno dalla scrivania e non si trovava più da nessuna parte. dopo vari tentativi e varie installazioni ho provato a disinstallare macfuse ma mi è risultato quasi impossibile, e le uniche soluzioni che ho trovato sul web necessitavano l’uso del terminale. alla fine ho optato per la soluzione più drastica. riinstallazione di tutto leopard.
    pur ringraziandovi per le utili segnalazioni vi suggerirei di pensare che certe installazioni possono essere fatte anche da persone che non sono avvezze a mac col risultato che si incasina tutto anche peggio di windows.
    grazie comunque

  • Paolo Petrone

    Caro Sgorby non nego la complessità dell’argomento (che ho cercato di affrontare nel modo più chiaro possibile).
    Il mio desiderio è stato quello di rendere il tema più vicino a chi di computer ne sa poco.
    Prima di prendere in considerazione questo argomento ho verificato in rete (cercando su Google le parole chiave “problemi macfuse“) che MacFUSE non causasse più problemi che benefici. Se provi a cercare scoprirai che sono ben pochi i casi di difficoltà insorte dall’uso di MacFUSE. Molte invece le recensioni entusiaste del software.
    Con ciò non posso negare che problemi simili al tuo possano capitare (capitano per molti sofware, figurarsi per un software che opera tra due filesystem differenti!). Leopard è giovane, MacFUSE altrettanto, e magari possono anche essere sufficienti conflitti di MacFUSE con altre applicazioni che hai installato nel tuo Mac. E risolvere di qui, da un semplice sito web, questi problemi, lo ammetto non è facile.
    Mi spiace che ti sia capitato tutto questo. Mi spiace non averti potuto aiutare per primo nel risolvere il problema.
    Spero tuttavia che altri utenti (come me) abbiano scoperto MacFUSE e abbiano risolto tutti i loro problemi con il NTFS.
    A volte l’informatica (purtroppo) si rivela non essere una scienza esatta. Ad ogni buon conto ti ringrazio per la tua esperienza e ne farò tesoro per recensioni future.
    In bocca al lupo con il tuo Mac.

  • sgorby

    caro paolo,
    grazie innanzi tutto per la rapida risposta, certo non volevo fare una critica al tuo sito, ma mi è venuto molto da ridere perchè dopo anni di “risse” con amici e colleghi, dato che io ero e sono un misero windowsista, finalmente provo l’ebrezza del mac, e tutti a dirmi: vedrai installare e disintallare è facilissimo, e ovviamente, al terzo programma che provo ad installare, dopo firefox e VLC, cosa mi capita? l’unico programma che oltre a non funzionare, per essere disinstallato ha bisogno del teminale dovendo scrivere qualcosa come 35 linee.
    bah forse sarà il mio destino di tester… infatti quando mi presentano qualunque programma, magnificando doti di velocità e perfezione , io riesco sempre a chiedere “ma allora può fare questo?” causando sconcerto e dopo vari tentativi di fare quello che chiedevo il promotore confessa che a lui on era mai capitato e ch io ero riuscito a beccare l’unico bug
    ah destino…
    grazie comunque
    proverà paragon almeno ho qualcuno a cui scassare i cosiddetti
    p.s.
    continuerò a leggervi comunque

    p.p.s
    provate a scassare voi quelli di google perchè nel pacchetto oltre all’installer mettano anche l’uninstall, ma forse quei miliardari non ci pensano, sono troppo occupati a contare le stock option

  • Paolo Petrone

    Ci faremo promotori della richiesta di un “unistaller” presso i fautori del progetto, stanne certo!
    Facci sapere delle tue esperienze con Paragon mi raccomando.
    E ancora in bocca al lupo!

  • Andy

    AIUTO !!! ho lo stesso problema di sgorby, per favore mi dai un link con le 35 righe di comando per disinstallare Macfuse? non trvo più il mio hard disk estern…. solo 320 gb di dati…. cmq complimeni a PPetrone per il lavoro svolto..

  • Paolo Petrone

    Allora Andy, ironia della sorte, il problema è capitato anche a me alcune settimane dopo aver scritto l’articolo.
    Il problema forse è di MacFUSE, forse è di LEOPARD. Ma, detto in due parole: non c’è una soluzione.
    Se apri Utility Disco ti renderai conto che il tuo hd esterno non è scomparso, esiste, ma il problema è in Finder che non riesce a leggerlo.
    Hai solo tre soluzioni:
    1) La più radicale: reinstallare LEOPARD.
    2) La più costosa: comprare PARAGON (che ti risolve il problema).
    3) Il compromesso: usare il tuo hd esterno con BootCamp e Windows.
    Spero di essere stato breve e chiaro al tempo stesso.
    E’ inutile che tu provi a perdere tempo in rete. Io ho perso tre giorni nel vano tentativo di trovare una soluzione e alla fine ho preso PARAGON.
    Speriamo che quelli di MacFUSE (o lo staff di Leopard con la versione 10.5.2) risolvano al più presto il problema.
    In bocca al lupo!

  • Andy

    Grazie Paolo… quindi su ci installo sopra PARAGON non ho problemi? Inutile disinstallare MacFuse, giusto?

    Grazie alla prossima

  • ITOS

    Salve a tutti. Allora ho letto questa interessante conversazione e posso aggiungere questo, oltre al fatto che ho bisogno di un aiuto.
    Allora, io da qualche mese uso MACFUSE e l’ho usato sia in Tiger che in Leopard. In entrambi i casi la cosa funziona. Il fatto di Leopard che non mostrava l”HD in nessun modo è vero, ma ho risolto la cosa e lo dico per quelli che non ci hanno pensato. Dopo che avete installato correttamente MACFUSE e NTFS-3G dovete semplicemente riavviare il pc. A quel punto tutti gli HD NTFS saranno montati come NTFS-3G in automatico da Leopard. Il problema è appunto che sulla scrivania non compaiono più….l’unico modo che ho trovato è aprire nelle utility “Utility disco” e lì lo vedo. Ci clicco sopra con il destro e faccio “APRI” e così magicamente vedo il contenuto. Ora il problema è creare semmai un bel alias (link) sulla scrivania…nn ci sono ancora riuscito!

    Cmq… il mio problema è questo: mentre con Tiger riuscivo a copiare benissimo un file tramite NTFS-3G ora con Leopard non ci riesco. Se provo a trascinarlo mi da errore di scrittura mentre per quanto riguarda il cancellare o modificare un file già presente nel HD non è un problema. Qualcuno sa spiegarmi il motivo o a nessuno capita??

    E poi questo PARAGON cos’è esattamente??

    Grazie ragazzi e buona epifania a tutti!!

    Itos

  • Paolo Petrone

    Come ho già detto sopra Paragon è un software che permette di leggere dischi NTFS ed è l’unico (testato) a non dare problemi.
    Caro ITOS il fatto che tu non riesca a scrivere o ritrovare il tuo disco sulla scrivania è lo stesso problema che capita anche a noi. E ti ripeto che io dopo tanto penare non sono ancora riuscito a capire se il problema dipende da Leopard o da MacFUSE.
    Il tempo risponderà ai nostri quesiti. Per il momento Paragon mi ha aiutato ad uscirne fuori.
    In bocca al lupo!

  • Itos

    Ringrazio per la celere risposta…
    nel frattempo ho risolto tutti i miei problemi con MACFUSE e con NTFS-3G.
    Ora leggo e scrivo che è un piacere…
    vi dico come ho fatto, anche se non ho fatto molto.

    Allora i link da cui scaricare sono:
    MACFUSE:
    http://code.google.com/p/macfuse/downloads/list
    (la 10.5.1.1.1 che è proprio per Leopard)

    NTFS 3G:
    http://macntfs-3g.blogspot.com/ (la 1.11.20 Stabile)

    Dopo aver installato tutto riavviate e vedrete che qualsiasi cosa sarà montata in automatico (fra l’altro addirittura tramite l’utility disk di mac sarà possibile pure formattare in NTFS!!!)

    Fatemi sapere se vi funziona pure a voi!

    Saluti

    Itos

    Per MacFuse c’è proprio la versione di Leopard…

  • Francesco

    Salve a tutti,
    anche a me dopo aver installato MacFuse (10.5.1.3.1 su Leopard) non appare più il disco esterno. Ho provato un sacco di volte a reinstallare/restartare ecc. ecc. ma niente da fare.

    Però volevo postare una soluzione per riportare la situazione almeno al punto di prima (acccessibilità solo in lettura), trovata in un altro forum:

    1) COPIA ESATTAMENTE (con una selezione precisa e Mela+C) quanto è qui sotto in Blu Grassetto:
    sudo rm -vfR /Library/Filesystems/fusefs.fs /usr/local/include/fus* /usr/local/include/ulockmgr.h /usr/local/lib/libfus* /usr/local/lib/libulockmg* /usr/local/lib/pckgconfig/ /Library/Receipts/MacFUSE\ Core.pkg/
    2) Incollalo nel Terminale con Mela+V e
    3) Premi Invio.
    4) Digita la Password di Amministratore che ti richiederà il Terminale, anche se mentre digiti non appare nulla; quindi, premi Invio.
    5) Riavvio

    Se non altro non c’è bisogno di reinstallare Leopard per rivedere il nostro amato disco!

  • Itos

    Prova questo se funziona:

    scrivere da terminale i seguenti comandi per abilitare il filesystem ntfs-3g:

    sudo ln -s /System/Library/Filesystems/fusefs.fs/mount_fusefs /usr/local/bin/mount_fusefs

    sudo ln -s /usr/local/bin/ntfs-3g /usr/bin/ntfs-3g

    Il comando sudo abilita la scrittura da root e necessita della passwd. Se vogliamo operare in sudo sempre basta digitare
    sudo -s

    A questo punto riavviando il PC automaticamente il sistema dovrebbe vedere come NTFS-3G qualsiasi HD NTFS in automatico.
    Se ci˜ non avviene seguire i seguenti passaggi….

    TERZO PASSO:
    A questo punto deve riconoscere il comando ntfs-3g.
    I comandi da usare sono:
    cd .. :saliamo di una cartella
    ls :visualzziamo i file all’interno della cartella
    mkdir : crea cartella
    rmdir : cancella cartella
    pico file : edita il file desiderato (con CTRL+X si esce dall’editor)
    mount : monta un filesystem
    unmount : smonta un filesytem.

    QUARTO PASSO:
    Mi porto nella cartella Volumes (in root#).
    Faccio ls e vedo che cartelle di sono.
    Creo una cartella: “mkdir NTFS-3G”
    Vado in Utility disco e vedo cliccando sulla partizione .NTFS con il tasto destro le informazioni e mi memorizzo mentalmente
    Identificatore disco : disk1s1 (esempio)

    QUINTO PASSO:
    Premo, sempre in utility disco, il tasto: “disattiva” dopo aver selezionato la mia partizione.
    Ora da terminale digito:

    sudo ntfs-3g /dev/disk1s1 /Volumes/”NTFS-3G” -o ping_diskarb,volname=”Disco NTFS”

    Se mi da qualche errore, provo a fare una forzatura

    sudo ntfs-3g /dev/disk1s1 /Volumes/”NTFS-3G” -o ping_diskarb,volname=”Disco NTFS”,force

    se anche in questo caso non funziona uso il seguente comando
    ntfsfix /dev/disk1s1

    e poi ripeto il comando….

    In tal caso tutto dovrebbe andare a posto e si dovrebbe ora visualizzare il mio hd col nome di “Disco NTFS” e filesystem .NTFS-3G attivo in scrittura e lettura.

  • Paolo Petrone

    Non ho ancora provato le due soluzioni proposteci da Itos e Francesco.
    Ad ogni modo vi ringrazio. Vi ringrazio a nome mio e a nome di tutti i lettori. Non siamo tutti esperti programmatori ed essere riusciti a creare su queste pagine un punto d’incontro tra “maghi” e “profani” fa davvero onore a tutti noi Mac-users.
    (Chissà quanti utenti Windows si sarebbero fermati per dare una mano ai “colleghi” in difficoltà.)
    Grazie ancora. :)

  • Itos

    Devo spezzare una lancia a favore degli utenti di Windows… siccome io alla fine sono uno di loro :)
    Infatti, e qui dirò pure una bestemmia lo so, ho preso il MACBookPro proprio quando ho visto che ci si poteva montare win senza problemi e continuo a usare win quotidianamente e pur avendo comprato Leopard (per avere Bootcamp integrato sostanzialmente) continuo a usare XP.
    Sarà che sono pigro e non ho voglia di mettermi a imparare a usare il sistema MAC… ma come vedete quantomeno per costringere MAC a scrivere su filesystem Win mi ci sono sbattuto :)

    Il Mac mi piace perchè è leggero, potente silenzioso e la batteria dura in media più di altri. Però come sistema operativo non mi ci trovo molto.

    Detto questo spero di non aver offeso nessuno e ringrazio anche io di questo “forum”.

    Itos

  • Darius

    Ciao a tutti, avevo lo stesso problema con mac fuse,io l’hd esterno lo uso sia con win che con mac.Quando lo scollego da win eseguo disinstallazione periferica di massa usb e poi lo spengo,dopo lo attacco a mac e funziona tutto bene,riconosce hd anche nel finder,se non faccio questa operazione non lo vede,appare solo in utility disco.

  • Itos

    Non ho mai provato.. può darsi che sia una soluzione al problema :)

  • Pingback: MacFUSE: aggiornamento del progetto MacFUSE per NTFS - TheAppleLounge()

  • Pingback: NTFS-3G: aggiornamento per il file-system NTFS free su Mac - TheAppleLounge()

  • Elena

    Ciao a tutti! ho un problema abbastanza grave (su mac ove io non sono proprio skillatissima, di norma lavoro su unix o win…mac un po mi manca pure se la base la conosco ma il problema principale è che non ho io qui il pc su cui smanettare ma un cliente che ora è in Argentina…probabilmente a distanza è inutile e dovrò aspettare che torna, cmq intanto vi espongo l’accaduto!).
    Gli ho comprato un HD esterno da 250, lui aveva xp quando a un certo punto, essendo fotografo, ha avuto la bella idea di prendersi MAC (sotto mio consiglio, argh!) e che ha fatto!? ha preso l’hd bello bello, ci ha copiato dentro tutta la sua vita e lo ha attaccato al mac senza formattare, ne dirmi nulla OVVIAMENETE…ho capito che c’era scritto pure per mac ma come potete immaginare è NTFS non FAT e quindi..addio HD!
    Ora nessuno legge più niente, s’accende solo la spia di alimentazione e non legge/scrive niente…non lo vede nè MAC nè WIN.
    Diciamo che proverò a vedere che succede montandolo su unix live cd e accedendo almeno ai dati che vorrei copiare immediatamente prima di ogni altra cosa ma secondo voi sarà possibile questo da PC o da MAC (chiaramente o qui o lì per me è uguale, basta recuperare questi dati maledetti che sono veramente importantissimi, ovvero tutta la sua vita fotografica :O)?
    Vi sarò grata se sapete darmi indicazioni e cmq sia, grazie mille sin da ora e a buon rendere :)
    Elena

  • Ciao a tutti!
    Frequento da qualche tempo questo blog, e mi sono sempre trovato benissimo, con tutti i migliori consigli che si possono trovare in giro. Spero che qualcuno mi possa essere utile anche questa volta.
    Ho appena dovuto cambiare l’HD a causa della sua precoce dipartita.. (dopo 10 mesi.. sigh.. per fortuna era in garanzia!) e quindi sto reinstallando tutto o almeno ci sto provando.
    Appena avevo comprato il macbook, ho subito cercato una soluzione per poter utilizzare il mio vecchio hd esterno formattato in NTFS, trovando in macfuse un’ottima soluzione e non mi era stato per niente difficile installarlo e far funzionare tutto a meraviglia.
    Ora invece che ho appena installato leopard, e sto tentando di far funzionare macfuse, ma senza successo. Nel senso che prima senza macfuse riuscivo a vedere il mio disco e ora con macfuse installato non ci riesco più… la cosa è strana, perché 8mesi fa ci ero riuscito senza problemi, adesso che ci sono anche gli aggiornamenti per macfuse e l’NFTS-3G non ci riesco più….
    Ho provato anche con i consigli forniti nei commenti ma la soluzione non si risolve.. non riesco nemmeno a tornare al momento in cui riuscivo a vedere il disco.
    Qualcuno può darmi una mano? non ho voglia di reinstallare leopard…

  • maurizio

    ho il tuo stesso problema .Quindi tutto bello tutto fico il soft gratis ma alla fine con 20 euro ntfs per mac il soft che trovi libero per 10 giorni mi ha risolto il tuo stesso problema .Ora vedo l’hd mi fa leggere cosa c’è all’interno e mi fa trasferire i file ciao@ ferocesalatino:

  • @maurizio
    scusa, ma mi sono dimenticato di aggiornare la mia situazione visto che ci ho messo un po’ di giorni e mi sono dimenticato del commento..
    sembrerà strano ma a me la situazione sì è risolta da sola, nel senso che ho attaccato un altro hd, ho dovuto farlo partire da Utility Disco, ma poi dopo sono riuscito a trasferirci dei file (per curiosità), allora ho attaccato quello che non vedevo prima e anche lu ha cominciato a funzionare correttamente… non so cosa sia successo ma non mi interessa! sto benissimo così adesso che il problema si è risolto.
    Magari la prossima volta che avrò questo problema mi comprerò subito il soft da 20€ e non ci pensiamo più.
    CIAO!!

  • Elena

    rieeccomi,
    torno ora dopo 2 mesi fuori per lavoro, finalmente leggo.
    il famoso hd illeggibile (ai tempi, prima di partire tentai, quindi provo a ricordare bene ma ci ripasserò in settimana per riprendere l’hd e fare il recovery dei dati, vi dirò esattamente cosa è accaduto) e il problema non è che non me lo legge, in questi casi alle brutte consiglio sempre un bel tool “Trinity Rescue Kit” che è ottimo per moltissime problematiche, ma bensì che lui ha lanciato una scrittura da mac, dopo averlo già attaccato e scritto files da xp.
    infatti dalla gestione disco lo vedevo ma me lo dava come non utilizzato e come settore di avvio strano (che vi scriverò io onestamente nonostante sono nel campo non l’avevo mai visto e sottointeso che non era mbr)…continuo a temere che i dati non sarà facile recuperarli…ma nulla è impossibile!
    se non ci fosse il problema dati sarebbe facile formattarlo o entrarci, ripeto, il timore maggiore è quello degli importantissimi dati presenti. pensare che la bella idea di attaccarlo a mac era per fare un backup di quei dati -_-‘
    ancora gracias a todos

  • sara

    ciao, sono una novellina tutta contenta del suo piccolo macbook nero, ma ho avuto anche io un problema con una pen drive e un hd esterno con file sys ntfs.. ho provato installando macfuse e ntfs-3g ma al momento di collegare l’hd esterno ho riscontrato questo messaggio:
    NTFS-3G could not mount /dev/disk1s1 at /Volumes/Volume because the following problem occurred:
    dydl: library not loaded: /usr/local/lib/libfuse.2.dylib
    referenced from: /usr/local/bin/ntfs-3g
    reason: image not found

    ammetto la mia ignoranza e spero che la cosa sia facilmente risolvibile, ma come mai visualizzo questo errore? ho sbagliato nell’installare qualcosa? ho Tiger 10.4.11 e mi ruga parecchio non poter utilizzare i dispositivi esterni (preferisco mantenere questa formattazione perchè è più sicura e perchè non voglio il problema del limite dei 4Gb)..
    spero possiate darmi un piccolo aiuto.
    grazie

  • andrea

    Io uso NTSF di Paragon, mica sapere come mai quando apro l’hard disk su windows, le cartelle che ho passato dal mac sono di colore diverso rispetto a quelle create da windows? Sto parlando di Hard Disk esterno formattato in NTSF.

    Grazie Mille

    Andrea

  • nik

    ecco recupero dati

  • andrea

    @ nik: sarebbe?

  • Nino

    Sembra che con snow leopard la possibilità di abilitare la scrittura su ntfs è cosa fatta. Ho provato con successo la procedura che però va effettuata per ogni hard disk ntfs che viene collegato al computer.

    http://forums.macrumors.com/showthread.php?t=785376

    Ciao

  • alex

    Ciao a tutti, io ho formattato la mia pen drive da 8gb con il mac, dopo ciò windows non vuole più sapere di verderla, formattarla o altro, ho anche provato da risorse del computer-gestione-archiviazione ma mi dice che il volume o la partizione non sono abilitati. Vi prego aiutatemi. grazie in anticipo. Alex

  • Marino

    @ Elena:
    Elena dice:

    Ciao a tutti! ho un problema abbastanza grave (su mac ove io non sono proprio skillatissima, di norma lavoro su unix o win…mac un po mi manca pure se la base la conosco ma il problema principale è che non ho io qui il pc su cui smanettare ma un cliente che ora è in Argentina…probabilmente a distanza è inutile e dovrò aspettare che torna, cmq intanto vi espongo l’accaduto!).
    Gli ho comprato un HD esterno da 250, lui aveva xp quando a un certo punto, essendo fotografo, ha avuto la bella idea di prendersi MAC (sotto mio consiglio, argh!) e che ha fatto!? ha preso l’hd bello bello, ci ha copiato dentro tutta la sua vita e lo ha attaccato al mac senza formattare, ne dirmi nulla OVVIAMENETE…ho capito che c’era scritto pure per mac ma come potete immaginare è NTFS non FAT e quindi..addio HD!
    Ora nessuno legge più niente, s’accende solo la spia di alimentazione e non legge/scrive niente…non lo vede nè MAC nè WIN.
    Diciamo che proverò a vedere che succede montandolo su unix live cd e accedendo almeno ai dati che vorrei copiare immediatamente prima di ogni altra cosa ma secondo voi sarà possibile questo da PC o da MAC (chiaramente o qui o lì per me è uguale, basta recuperare questi dati maledetti che sono veramente importantissimi, ovvero tutta la sua vita fotografica :O)?
    Vi sarò grata se sapete darmi indicazioni e cmq sia, grazie mille sin da ora e a buon rendere :)
    Elena

    Prova a metterlo su Pc avviandolo da boot con un live cd di Linux e guarda se lo vede

  • maddy

    e come si fa, da un mac, a formattarlo inHFS+???

  • Peter

    Ho un semplice problema riguarda l’utilizzo della pen drive.
    Ho inserito una pen drive di due GB con solo tre documenti memorizzati e il mac mi dice che ho disponibile soltanto 226 MB.
    Cosa devo fare ?
    Forse quando inserisco una pen drive devo formattarla ? se si con quale programma ?
    ciao

  • Il problema è che hai la pen drive piena dei file di sistema del os
    Scarica Hidden Cleaner, che ti libera la chiavetta al momento della rimozione della stessa.
    Funziona che invece di trascinare l’icona della pen drive sul cestino per la rimozione sicura, la trascini sull’icona di Hidden cleaner, e lui te la rimuove eliminando anche i file “invisibili”.
    puoi scaricarlo qui: http://www.macupdate.com/app/mac/27416/hidden-cleaner
    Altrimenti ti copi i 3 file su computer e poi formatti la chiavetta andando in Applicazioni->Utility->Utlity Disco. Selezioni il tab inizializza e poi Inizializza in basso.. e infine ricopi i file di prima.. ma mi sembra più complicato..
    Io consiglio Hidden cleaner.

  • Marco

    Paolo Petrone

    Mi rivolgo direttamente a te, Paolo, in qualità dell’autore dell’articolo iniziale, ma mi rivolgo anche a tutti coloro che hanno partecipato a questo blog. Ritengo doveroso presentarvi brevemente la mia odissea con l’Apple. Nel 2004 ho acquistato quello che credevo il “mostro” ovvero il “Power Mac G5” che avrebbe dovuto accompagnarmi per diversi anni, non avendo necessità particolari di aggiornamenti frequenti di hardware perchè le mie esigenze sono limitate a dei montaggio video, gestione di foto, musica e scrittura di file di word ed excel. Dopo aver cercato di tutelarmi da guasti con l’estensione della garanzia con l’apple care, un anno dopo la scadenza della garanzia il “mostro” dopo una mezz’ora che era acceso ha saltuariamente cominciato a far partire la ventola senza una ragione particolare nei primi tempi credevo che fosse dovuto al caldo eccessivo in quanto il problema avveniva solo di estate poi anche di inverno spengendosi. Portato il “mostro” in assistenza nell’inverno 2009 il verdetto è stato la scheda madre è rotta, deve essere “sostituita” per un costo di appena € 1100,00. L’Apple “ufficiale”, interpellata, ha detto: “Sono cose che capitano… non possiamo farci niente… se vuole riutilizzare il computer, la riparazione è totalmente a suo carico e si sbrighi perchè tra poco non avremo più il pezzo di ricambio in quanto la politica aziendale prevede che dopo 5 anni cessi la produzione di tali pezzi.” Premetto che il mostro non è stato utilizzato all’estremo ma con un uso limitato. Sinceramente mi sento beffato da tale azienda avendo speso un quantità di denaro tripla rispetto a quella che avrei sostenuto acquistando un pc (basti pensare che con l’estensione della garanzia mi potevo ricomprare un pc nuovo) con l’aggiunta che ho acquistato un Ipod e della musica su Itunes per un importo superiore a € 300,00, musica che non potevo minimamente modificare e l’Ipod che non potevo utilizzare neanche come memoria esterna con dati o musica mia se il computer al quale lo collegavo era oltre al 5° apparecchio.

    Vi posso dire che sono veramente deluso dall’Apple.

    Scusate del mio sfogo ora entro nel merito dell’articolo e del mio problema. Sono circa 6 mesi che ho smesso di utilizzare il mostro perchè volevo vedere di riuscire almeno a recuperare i dati prima del suo decesso definitivo trasferendoli su un hard disk esterno. Ho un hard disk “Lacie” che è stato formattato in un formato che non è visibile sul PC nonostante che abbia più volte riformattato tale unità il risultato è sempre quello non si vede.
    Il sistema operativo sul Mac è il 10.3 quello sui PC è XP e Vista.

    Potreste darmi una mano?

    Grazie

    Marco

  • mammoletto

    Ciao a tutti ragazzi ho un problema con il mio hard disk da 320g ho installato macfuse e ntfs-3g ora sul mio hard disk posso trasferire anche file di grosse dimensioni, il problema è quando collego l’ hard disk sul mio televisore samsung led ultima generazione, riconosce l’ hard disk ma non legge il contenuto, premettendo che su xp riconosce e legge il contenuto aiutooo. grazie mille

  • Daniele Perrotta

    Grazie mille per avermi fatto risparmiare 16 euro! Sei stato bravissimo a spiegare!