WWDC 2014: cosa aspettarsi




Pochi giorni fa Apple ha annunciato che la WWDC 2014 si terrà a San Francisco dal 2 al 6 giugno prossimi e giusto ieri sono stati avvisati i vincitori della lotteria per l’assegnazione del diritto di acquisto dei biglietti.
Nel corso delle prossime settimane assisteremo come sempre ad una escalation delle indiscrezioni sulle possibili novità che Apple presenterà in questa occasione. Ecco un primo punto della situazione per affrontare preparati questa primavera dei rumor.

wwdc14-home-branding

iOS 8

Alla WWDC Apple presenterà la nuova versione di iOS. Non ci sono dubbi, visto che nel comunicato con cui annunciava la conferenza Apple ne ha fatto espressamente menzione.

Come sempre accade nel caso del software Apple i leak sono assai pochi, perché tutto il lavoro si svolge nella segretezza assoluta del Campus di Cupertino.

Stando a quanto trapelato fino ad ora, iOS 8 (nome in codice Okemo) non dovrebbe differire troppo da iOS 7 nel look né dovrebbe introdurre novità troppo radicali. Il sistema potrebbe includere però nuove applicazioni integrate. In primis HealthBook, una sorta di diario delle proprie condizioni fisiche che suggerisce l’imminenza della release di un dispositivo per il tracking delle informazioni relative alla salute dell’utente (ovvero, l’iWatch).

E’ molto probabile che del rinnovato parco applicazioni facciano parte anche le versioni per iOS di Text Edit e Anteprima. Si tratterebbe di applicazioni pensate per la visualizzazione dei file creati su Mac e sincronizzati su iCloud, senza funzionalità di modifica specifiche.

Fra le altre novità attese sono da segnalare i miglioramenti a Siri e a Mappe.

OS X 10.10

Assieme ad iOS 8 alla WWDC 2014 potremo sicuramente dare un primo sguardo alla nuova versione di OS X, la 10.10.
Non è ancora dato sapere come si chiamerà il prossimo sistema operativo che girerà su Mac, ma il nome in codice Syrah e la scelta di seguire una nomenclatura ispirata alle località più famose della California potrebbe far pensare a OS X Napa Valley.

Di OS X 10.10 si sa ancora meno di quanto non si sappia su iOS 8. Le solite voci di corridoio parlano di una revisione della UI che potrebbe introdurre elementi ispirati alla grafica di iOS 7 e Jony Ive sarebbe direttamente coinvolto nel progetto. Nulla di così radicale, però, da sconvolgere del tutto l’aspetto di Mavericks.

Quanto alle funzionalità è possibile soltanto fare ipotesi dettate da supposizioni plausibili. Sul piatto c’è sicuramente l’introduzione di Siri su Mac, anche se non è dato sapere se l’operazione rientri fra quelle prioritarie. OS X 10.10 potrebbe anche fornire un’ottima occasione per porre fine all’idiosincrasia chiamata AirDrop, il sistema di trasferimento dei file che porta lo stesso nome su OS X e su iOS ma paradossalmente non offre ancora alcuna compatibilità fra le due piattaforme.




Hardware

La WWDC è un evento pensato per gli sviluppatori di applicazioni per iOS e OS X. Per questo il focus principale della manifestazione è il software. Ciò non toglie che più di una volta in passato Apple abbia approfittato del keynote inaugurale per introdurre nuovi modelli di iPhone o altri prodotti hardware.

Quest’anno l’introduzione di un nuovo iPhone o, tanto meno, di un nuovo iPad (mai successo alla WWDC) non è quasi sicuramente nelle carte. Rimane aperto il fronte iWatch (o qualunque cosa sia), ma anche in questo senso le probabilità sono basse e tutto suggerisce che il periodo scelto per l’introduzione delle novità Apple possa rimanere ancora una volta fine-estate o inizio autunno.

Di seguito qualche dettaglio in più su un paio di aggiornamenti hardware che invece potrebbero ancora trovare spazio alla WWDC.

Nuova Apple TV

Se ne parla ormai da tempo e gli indizi non mancano. Non sarà quasi certamente l’iTelevisore che in tanti vorrebbero, ma la possibilità del lancio di un nuovo set top box non va decisamente esclusa, soprattutto alla luce delle nuove offerte della concorrenza in un settore che Apple, almeno pubblicamente, continua a chiamare “hobby”.

Le indiscrezioni parlano di un redesign della Apple TV come la conosciamo. Il nuovo set top box potrebbe integrare il supporto ai giochi per dispositivi iOS o a giochi esplicitamente progettati per la nuova Apple TV e dunque avere accesso ad un proprio App Store. Queste novità giustificherebbero anche delle sensibili migliori lato hardware.
Per quanto riguarda i contenuti, si parla con insistenza di trattative importanti con Time Warner e Comcast, a suggerire che la nuova Apple TV potrebbe rivoluzionare il mercato delle tv via cavo ma anche una forte limitazione geografiche dell’appeal del nuovo prodotto.

MacBook 12″ e MacBook Air Retina

Il 2014 sarà quasi certamente l’anno in cui anche l’ultimo dei Mac su cui Apple monta ancora un lettore ottico (il MacBook Pro 13″) verrà ritirato.
Il pensionamento del modello di laptop non lascerebbe esattamente un vuoto, visto che la fascia è ben coperta dall’offerta Air.

Recenti indiscrezioni però parlerebbero di un nuovo modello di MacBook da 12“ che potrebbe piazzarsi esattamente nel mezzo fra il MacBook Air da 11” pollici, ereditandone la portabilità, e MacBook Air da 13″. Il tutto con uno schermo a più alta risoluzione, magari Retina.

Anche i due modelli attuali di MacBook Air potrebbero beneficiare dell’introduzione di uno schermo Retina, visto che è quasi passato un anno dal loro ultimo aggiornamento. Tuttavia non è ancora ben chiaro come queste due ipotesi – MacBook da 12“ con schermo ad alta risoluzione e MacBook Air retina – possa sposarsi e avere senso contemporaneamente. Non è da escludere che il MacBook da 12” possa essere in effetti il nuovo MacBook Air retina e che per i MacBook Air “tradizionali” Apple preveda un aggiornamento meno incisivo.

Vada come vada la WWDC potrebbe offrire il palcoscenico giusto per il lancio, come del resto è avvenuto anche lo scorso anno. Nel 2013, lo ricorderete, arrivò l’annuncio dei nuovi MacBook Air e Phil Schiller introdusse per la prima volta, pieno d’orgoglio, il nuovo Mac Pro.

Non va escluso che gli aggiornamenti più importanti possano arrivare più avanti quest’estate con la release di OS X 10.10. Molto dipende anche dai tempi previsti per la release del nuovo sistema operativo e dal fatto che a questo giro la WWDC arriva con almeno una settimana di anticipo rispetto al solito, lasciando un’ampia finestra per lanci successivi nel corso del mese di giugno.

[via | MR | 9to5 Mac]