Tim Cook tra iPhone X e depotenziamento dei predecessori

di Gio Tuzzi Commenta

Diversi argomenti trattati di recente da Tim Cook, tra iPhone X e depotenziamento dei predecessori, in attesa dell'aggiornamento iOS 11.3. Come stanno le cose?

Non sono mai banali le dichiarazioni da parte di Tim Cook sui progetti Apple, come si potrà notare oggi 6 febbraio per quanto riguarda l’impatto avuto sul mercato dall’iPhone X, ma anche la questione che ha portato a ridurre la potenza di alcuni dispositivi.

Vediamo a tal proposito quanto è stato dichiarato da Tim Cook, alla luce di una serie di argomenti che sono stati toccato dal dirigente Apple:

“L’iPhone X ha superato le nostre aspettative ed è stato anche il nostro smartphone più venduto settimanalmente dal giorno del suo lancio. Face ID è stato accolto in maniera incredibilmente positiva. Apple è elettrizzata da come i clienti hanno accolto l’iPhone X dal giorno del suo lancio ad oggi, per questo abbiamo avviato un nuovo decennio di sviluppo partendo proprio dalle basi di questo modello.

Il depotenziamento degli iPhone? Abbiamo preso quella scelta perchè pensavamo fosse la cosa giusta da fare per i nostri clienti. Non so quale effetto avrà per i nostri investitori, ma la questione del rallentamento dei tassi di aggiornamento non è stata mai presa in considerazione per farci decidere come muoverci in questa vicenda”.

Staremo a vedere se attraverso il rilascio dell’aggiornamento iOS 11.3 riusciremo a metterci alle spalle quest’ultima faccenda, in attesa di conoscere i risultati delle vendite per iPhone X a lungo termine.