Bambini ed iPhone, il loro utilizzo non fa male

di Gio Tuzzi Commenta

Bambini ed iPhone al centro di un importante studio, considerando il fatto che il loro utilizzo non fa male nemmeno a questo target. Ecco alcuni approfondimenti

In questi anni si è parlato spesso e volentieri del legame tra bambini ed iPhone, con milioni di genitori in giro per il mondo pronti a scommettere su aspetti negati riguardanti un’associazione del genere. Ecco perché diventa importante concentrarsi su uno studio congiunto tra la Oxford Internet Institute e la Cardiff University.

Soffermiamoci a questo punto su un particolare aspetto della ricerca incentrata anche sul rapporto tra bambini ed iPhone, stando alle informazioni che sono state diramate ufficialmente in questi giorni:

“Nel corso di un mese, questa correlazione è stata misurata in termini di attaccamento al tutore, impatto sulla resilienza emozionale, curiosità e effetti positivo. I risultati,” si legge nel documento, “rivelano un numero di interessanti conclusioni che puntano ad una considerazione finale: limitare l’uso dei dispositivi digitali nel bambino non è necessariamente benefico al suo benessere.

Ulteriori ricerche indicano risultati simili a quelli riportati in un recente studio sugli adolescenti; vale a dire che un uso moderato dei dispositivi elettronici al di sopra dei limiti potrebbe in realtà essere collegato a livelli lievemente superiori di benessere nel bambino”.

Insomma, una doccia fredda per chi era pronto a scommettere sugli effetti negativi relativi al rapporto tra bambini ed iPhone, che va comunque monitorato costantemente.