Apple, la corona digitale dell’Apple Watch arriva anche sugli iPhone 8?

di Gio Tuzzi Commenta

Apple al centro di nuove indiscrezioni in questi giorni, visto che la corona digitale dell’Apple Watch potrebbe arrivare anche sugli iPhone 8. Come stanno effettivamente le cose?

E’ tempo di nuovi brevetti in casa Apple per creare principalmente qualche novità tecnica per i futuri iPhone 8. Si sa come ogni brevetto necessiti di vari test e prove per capire se alla fine possa essere messo in pratica, per questo non si può parlare ancora di certezze. Senza dubbio però c’è da parte dell’azienda di Cupertino la volontà di creare qualcosa di diverso e l’ultimo brevetto presentato all’Ufficio Brevetti e Marchi degli Stati Uniti non è una novità assoluta, ma diventa tale rapportata al mondo iPhone.

Stiamo parlando della corona digitale presente sull’Apple Watch che in questo brevetto registrato da Apple viene inserita anche su iPhone e iPad. Viene quindi mostrato un nuovo modo di interagire con i dispositivi iOS, un particolare input device che potrebbe fare davvero la differenza soprattutto sugli iPhone. Come dovrebbe quindi funzionare questa corona digitale? Attraverso questo particolare dispositivo a rotazione dovrebbe essere incluso un sensore con feedback aptico per simulare il movimento della corona, situazione simile a quella già presente nel tasto Home dei nuovi iPhone.

C’è però quindi una bella differenza rispetto alla corona digitale situata sull’Apple Watch, in quanto non ritroviamo alcun feedback di questo tipo. Tale situazione lascia presagire ad un funzionamento migliore della corona, oltre che più completo, su iPhone e iPad rispetto proprio a quanto visto fino ad ora sull’Apple Watch. Bisogna ora capire se questo meccanismo potrà effettivamente essere riportato sui device iOS della casa di Cupertino o quanto meno testarne la sua reale efficacia.

Sicuramente questo brevetto dimostra la volontà dell’azienda di introdurre qualche cambiamento importante per i futuri iPhone, ma dubitiamo che questa corona digitale possa essere presente già sugli iPhone del 2017.