Tim Cook parla di Apple TV e annuncia una rivoluzione

di Lorenzo Paletti Commenta

Tim Cook, durante l'incontro per i dati dell'ultimo trimestre, ha parlato anche di media, e lasciato intuire che Apple sarà al centro di una rivoluzione nel mondo dell'intrattenimento che potrebbe vedere come protagonista il nuovo servizio di Cupertino.

11760-4924-overview_whatis_hero_2x-l

Durante l’incontro per la presentazione dei risultati finanziari dell’ultimo trimestre, il CEO di Apple Tim Cook ha dichiarato di vedere all’orizzonte dei grandi cambiamenti nel settore dei media. Cook, parlando agli analisti di Wall Street, ha rivelato che sarebbe proprio la sua azienda a giocare un ruolo fondamentale in questi cambiamenti.

Ovviamente Cook non ha rilasciato ulteriori dettagli a questo proposito, ma le sue affermazioni sembrano indicare il sempre acceso interesse di Apple verso il settore televisivo. Apple, infatti, starebbe lavorando ad un nuovo servizio televisivo digitale che potrebbe fare il suo debutto su Apple TV già questo autunno.

I commenti di Cook sono stati fatti nel contesto del lancio del servizio HBO Now, disponibile da tre settimane su Apple TV. HBO Now permette di guardare i programmi televisivi di HBO (come la serie di grande successo Game of Thrones) senza dover pagare un carissimo abbonamento mensile per il servizio via cavo.

HBO Now ha fatto il suo debutto con il lancio della quinta stagione di Game of Thrones, e in questo momento è una esclusiva di Apple TV e dei dispositivi Apple. Cook si è detto molto soddisfatto della risposta ottenuta in queste settimane dal servizio:

Dove potremmo arrivare? Potete speculare su questo momento tanto quanto lo posso fare io.

Oltre al nuovo servizio di streaming (che potrebbe costare tra i 30 e i 40 dollari al mese) Apple starebbe anche programmando il lancio di una nuova Apple TV, completa di controlli vocali e App Store. Apple potrebbe presentare il nuovo set-top box durante la WWDC di questo giugno, introducendo agli sviluppatori il kit di sviluppo che permetterà loro di creare software per la televisione in vista del lancio autunnale.

[via]