Apple Store Milano in Piazza del Liberty

di Andrea "C. Miller" Nepori Commenta

Apple ce l'ha fatta: si è conquistata il suo spazio nel centro di Milano. Dopo la delusione del 2011 per la mancata assegnazione di un lotto in Galleria, ecco la nuova location: l'Apple Store di Milano sorgerà in Piazza Del Liberty, al posto del cinema Apollo. E il progetto potrebbe stupire.

Un nuovo Apple Store per il centro di Milano. Se ne parla oramai da anni e finalmente, dopo intoppi e ritardi, il traguardo è vicino. Il passaggio di proprietà dei locali in piazza del Liberty, a quanto scrive il Corriere, è cosa fatta. Apple prenderà “possesso” della piazza privata, restaurata di recente, e provvederà all’installazione di uno speciale ingresso che – a detta del giornale meneghino – richiamerà i fasti del cubo in vetro dell’Apple Store sulla 5a Strada.

CQtuAO-XAAAIn21

Foto: setteB.IT

Apple non affitta, è cosa nota, e per il nuovo store di Milano non ha fatto eccezione. La società di Cupertino ha comprato gli spazi che ad oggi ospitano il Cinema Apollo, ufficialmente “sfrattato”, ed ha ottenuto il benestare per il suo progetto dalla Soprintendenza ai beni architettonici, con la sola clausola di tenere al suo posto lo schermo gigante dello storico cinema.

A quanto è dato capire, la disposizione interna dello Store di Piazza del Liberty potrebbe mantenere un richiamo alla destinazione d’uso precedente, ma è presto per avanzare qualsiasi ipotesi su forma, dimensioni e aspetto del nuovo punto vendita.

La notizia dello sfratto del Cinema Apollo non ha mancato di suscitare critiche in rete, e c’è chi sostiene apertamente che la chiusura di una sala di proiezione in quella zona, in favore di “un altro negozio per ricchi”, non possa che portare con sé aspetti negativi.
Una posizione dalle vedute assai limitate, sia per la qualificazione dello Store come limitato ai soli clienti danarosi, sia perché non si considera che per quella posizione e per la grandezza dello Store, con quel punto vendita Apple darà lavoro – con ogni probabilità – a più di cento persone.

Va anche specificato che “lo sfratto” è di fatto una normale contrattazione tra società private e non un’operazione forzosa come potrebbe suggerire la parola poco piacevole utilizzata anche dal Corriere.

Se tutto va per il verso giusto e non ci saranno ulteriori intoppi di carattere burocratico, il nuovo Apple Store di Milano potrebbe aprirà già fra un anno.