Il grande ritorno del Tamagotchi su Apple Watch

di Giovanni Ferlazzo Commenta

Bandai Namco, nota azienda giapponese di videogiochi, lancia un'applicazione che permette di allevare un Tamagotchi tramite il proprio Apple Watch. La casa nipponica punta su un classico intramontabile degli anni '90, lasciando intatte le meccaniche dell'epoca, che provano a tornare in auge con il supporto dell'ultimo nato tecnologico della mela morsicata.

Bandai Namco punta sul fattore nostalgia e annuncia il lancio di un’applicazione che permette di allevare un Tamagotchi attraverso il proprio Apple Watch. L’app era già disponibile su App Store per iPhone e iPad, ma adesso il suo funzionamento è esteso anche al tecnologico accessorio da polso di recente lanciato in nove mercati (Italia, al momento, esclusa) dal produttore di Cupertino che, grazie alla sua natura portatile, certamente ben si presta al funzionamento di questo classico degli anni ’90.

tamagotchi apple watch

Per chi non lo conoscesse, specialmente i giovanissimi, Tamagotchi è un gioco elettronico portatile prodotto proprio da Bandai Namco e lanciato per la prima volta nel 1996. L’obiettivo dell’utente è, in parole povere, quello di prendersi cura dell’esemplare di una specie aliena da cui prende nome il gioco (Tamagotchi, appunto), facendo attenzione ai suoi bisogni in modo da prolungarne il più possibile la vita. Il grande successo prodotto dal gioco originale ha provocato ovviamente negli anni a seguire un gran numero di cloni e imitazioni, alcune persino più macabre dell’idea originale partorita dalla mente di Aki Maita.

L’applicazione lanciata dalla casa giapponese, come si diceva a inizio articolo, riprende quindi le meccaniche classiche del gioco, seppur siano presenti alcune limitazioni dovute alle restrizioni imposte da Apple sul software di terze parti pubblicato per Apple Watch. Ad esempio, come segnala il portale The Verge, non è presente alcun tipo di animazione dell’animale, cosa che non permette di avere un’immagine visiva dei risultati ottenuti esercitando determinate azioni. È inoltre impossibile “giocare” con il Tamagotchi, limitazione che non permette di aumentare la caratteristica della felicità (limite che può essere comunque aggirato tramite un iPhone). Per il resto, le meccaniche di gioco originali sono intatte, arricchite dalla possibilità di aggiungere tra le notifiche quelle del Tamagotchi: a ricezione di email, SMS, chiamate e altro ancora, sul display del proprio Apple Watch potranno comparire le necessità del piccolo alieno (fame, bisogni fisiologici e così via). La scelta finale spetta all’utente.